Artifact Uprising

Un business scoperto su Pinterest

Artifact Uprising è un'azienda con sede a Denver che produce oggetti a partire da foto digitali. Uno degli album fotografici di Artifact Uprising è stato salvato e successivamente utilizzato da una blogger nell'ottobre 2012. Il suo post ha permesso ad Artifact di essere ripetutamente condiviso, fino a raggiungere le 48.000 visite al sito nella settimana seguente la pubblicazione del post. 

“Per natura, la creazione dei nostri prodotti richiede tempo e costanza", spiega Kate Thurmes, responsabile dell'area creativa. "Abbiamo scoperto che Pinterest funziona come promemoria motivazionale per i progetti che le persone desiderano realizzare... Pinterest aiuta a trasformarli in realtà e non in progetti futuri imprecisati".

Kate Thurmes
Responsabile area creativa, Artifact Uprising
«Senza Pinterest, saremmo ancora una piccola realtà.»
Concentrarsi sulla qualità

Artifact Uprising condivide l'ispirazione da cui nascono i suoi prodotti e l'identità generale del brand. Non condivide soltanto i Pin dei prodotti, ma anche idee su come renderli parte della quotidianità, compresa una bacheca con i diversi modi per utilizzarli. L'azienda aggiunge Pin di contenuto direttamente dal suo sito web, assicurandosi che siano immagini di alta qualità. 

"Sono gli scatti di prodotti attraenti e inseriti in un contesto a richiamare più traffico e guadagno", sostiene Thurmes. "Di solito, proponiamo 3-4 Pin di prodotti diversi e investiamo tutto il nostro lavoro di pubblicità su ciò che ha il maggior rendimento. Più l'immagine è bella e iconica, migliori saranno i risultati che ottiene".

Anche i Pin relativi a guide pratiche portano traffico al sito di Artifact Uprising. Dal momento che riguardano tutti la fotografia, per questo i Pin che riguardano istruzioni su come scattare foto migliori con l'iPhone danno, ad esempio, buoni risultati. 

Artifact Uprising aggiunge Pin durante tutta la giornata, con maggiore frequenza al mattino e al pomeriggio. Inoltre, si concentra sulla stagionalità, sfruttando l'interesse per festività particolari e altri temi pertinenti alle varie stagioni. In questa modo, l'azienda tiene sempre presente le linee guida del proprio brand, concentrandosi sulla qualità più che sulla quantità.

Scoprire ciò che funziona

Artifact è arrivata a questo conclusioni dopo un intenso lavoro di test A/B sui propri Pin. Ogni settimana, si sottopongono a test una o due idee su che cosa potrebbe riscuotere successo, per poi monitorare i risultati con i Dati analitici di Pinterest

E questo tipo di risultati arrivano anche con delle sorprese. A volte, le reazioni dei clienti sono state del tutto diverse da quanto l'azienda si aspettasse inizialmente. La fotografia con dispositivi mobili, per citare un esempio, si è rivelata una categoria più attraente di quanto si pensasse. Visto il grande successo ottenuto da questo settore, l'azienda ha deciso pertanto di dedicare più tempo alla promozione di prodotti e applicazioni per dispositivi mobili. 

"A differenza di altri canali di social media o programmi di analisi dei dati, Pinterest ci permette di vedere a quali altre categorie sono interessati i nostri follower", ha affermato Thurmes. Ad esempio, Dati analitici ha evidenziato una sovrapposizione significativa tra le persone a cui piacciono i Pin di Artifact Uprising e quelle che dedicano molto tempo anche ai progetti fai-da-te. Sulla base di queste informazioni, Artifact Uprising ha puntato con successo sui blog e sui follower di progetti fai-da-te. 

Inoltre, Pinterest permette ad Artifact Uprising di individuare le sensazioni suscitate da un prodotto. 

"Possiamo lanciare il Pin di un nuovo prodotto o di un prodotto esistente e, in base a quanto diventerà virale su Pinterest, avere buone possibilità di indovinare la reazione generale della nostra clientela", afferma Thurmes. "È stato fondamentale per aiutarci a indirizzare correttamente il nostro impegno di marketing e sul prodotto".

Sperimentare con i Pin sponsorizzati

Pinterest è parte fondamentale della strategia di marketing di Artifact Uprising. L'azienda ha creato una sezione per i contenuti più aggiunti ai Pin e una galleria di idee sul sito web per dare risalto ai progetti che più piacciono e ispirano, ha aggiunto il pulsante Segui e ha integrato Pinterest nel proprio piano di invio periodico di e-mail. Nelle e-mail, l'azienda inserisce account di Pinner che ritiene possano piacere ai propri iscritti e indica altre bacheche che potrebbero accendere la fantasia dei clienti.

Nel valutare possibili collaborazioni con altri blogger e influencer, l'azienda si assicura che i contenuti siano perfetti da essere aggiunti come Pin. 

"Adoriamo Pinterest perché non c'è niente di simile... l'ispirazione che produce, l'impatto visivo e la creatività con cui si propone lo rendono un canale ideale per il tipo di lavoro che stiamo svolgendo", afferma Thurmes. "Pinterest rappresenta un futuro completamente nuovo in relazione al modo in cui i marchi si connettono ai potenziali clienti e forniscono ispirazione a quelli che hanno già conquistato".

In soli 18 mesi, Artifact Uprsising ha registrato una crescita a tre cifre, fino a diventare un'azienda da diversi milioni di dollari. 

Ha anche sperimentato i Pin sponsorizzati.

"La nostra azienda ha sempre voluto focalizzarsi sulla riconoscibilità del marchio e i Pin sponsorizzati ci hanno dato la possibilità di adeguare le nostre dimensioni a una piattaforma facile da utilizzare, ed era questo ciò che cercavamo", afferma Thurmes. "Grazie ai Pin sponsorizzati, abbiamo imparato più cose sui nostri clienti, su come rivolgerci a loro e su come segmentarli, più che usando qualsiasi altra piattaforma multimediale".

I Pin sponsorizzati permettono ad Artifact Uprising di raggiungere un elevato numero di utenti giusti; in tal modo, non è necessario che un Pin diventi virale per avere successo. 

"Non vediamo l'ora che questo nuovo tipo di pubblicità richieda ai brand di puntare sulla creatività... È per questo motivo che abbiamo destinato ai Pin sponsorizzati la quasi totalità del budget stanziato per la pubblicità", aggiunge Turmes.

Le proposte di Artifact Uprising
  • Usa Dati analitici di Pinterest per capire quali sono gli interessi dei tuoi clienti e creare una strategia di contenuti basata sui punti di contatto fra il tuo brand e il pubblico
  • Aggiungi immagini belle e di alta qualità, che combinino prodotti inseriti in un contesto, modi interessanti di utilizzare prodotti e foto sul lifestyle in grado di ispirare.
  • Integra Pinterest nel tuo sito web e nelle tue email per attirare follower e incoraggiare i salvataggi, evidenziando i Pin migliori e le bacheche legate a stagioni particolari